Le riforme dello stento

Solitamente i passaggi da una enne repubblica ad una enne+1 repubblica sono distinti da un cambiamento, più o meno radicale, dei meccanismi politico istituzionali. In Italia, invece il passaggio dalla prima alla seconda repubblica è stato un passaggio che ha travolto i partiti lasciando intatto il sistema. Ma da 1992 in poi tutti i partiti politici italiani hanno sempre avuto idee su come modificare l’impianto della res publica.

Oggi siamo nel 2010 e i partiti parlano ancora di riforme delle istituzioni. A questo punto viene da domandarsi se è la volontà vera e propria che manca oppure se è il sistema a essere inattaccabile. In effetti la modalità di modifica della Costituzione è molto rigida, ma lascia lo spazio per le riforme ampiamente condivise sui meccanismi delle istituzioni. Allora perchè non si parte da qui?

Io penso che le riforme pensate da ogni parte politica siano usate spesso e volentieri come specchietti per le allodole per coprire altri disegni di legge meno nobili, quindi molte volte le accoppiate tra riforme e leggi beffa lascia molto perplessi i partiti non alleati al proponente.

L’Italia è anche l’unico paese europeo a non avere una legge elettorale disegnata e pensata con una ratio di stampo costituzionale. Questa potrebbe e dovrebbe essere la prima riforma da fare in quanto necessaria (ma non sufficiente) alla revisione dell’intero sistema.

Già qui siamo nell’ambito della fantapolitica, ma già che ci siamo provo a fare un riassunto delle riforme istituzionali che sono state proposte e che (secondo me) potrebbero essere positive per il nostro bel paese.

Federalismo: sinceramente non ci vedo niente di male (a priori), mentre mi fa un pò paura l’idea dello spezzettamento delle regioni e il possibile allargamento della forbice tra regioni ricche e regioni povere. In ogni caso penso che la strada federalista (o semifederalista) debba essere intrapresa e sostenuta anche dal centrosinistra, in modo da non lasciare la totale paternità della svolta alla Lega.

Bicameralismo: la prima conseguenza del federalismo dovrà essere la riforma dei poteri delle due Camere. Ci vorrà una camera bassa rappresentante della volonà popolare e una camera alta eletta dai consigli regionali. La prima assorbirà tutte le funzioni legislative e di fiducia al governo, mentre la seconda diverrà la Camera delle regioni e sarà il luogo di discussione e di armonizzazione delle legge nazionali di interesse o autorità regionale.

Presidenzialismo: eleggere direttamente il Presidente apre due quesiti. Il primo è quale presidente si deve eleggere e il secondo è quali poteri conferirgli. Io penso che il Presidente della Repubblica debba restare un’entità superiore e superpartes e quindi al massimo si possa procedere ad un’indicazione diretta del Premier (in stile inglese). Inoltre questa figura deve avere i poteri di nominare e revocare i suoi ministri, ma non può richiedere anche i poteri di sciogliere le Camere altrimenti si ha una grossa interferenza tra l’esecutivo e il legislativo.

Giustizia: sulla giustiza ci sarebbe da parlare per anni, ma l’unico discorso che penso sia accettabile sia una riforma organica complessiva che (per evitare personalismi) parta dopo la fine della legislatura.

Un ultimo appunto lo faccio raccontandovi che in Svizzera non esiste un parlamento professionista. I parlamentari svizzeri si riuniscono qualche settimane all’anno durante le quali legiferano, dopodichè tornano al loro lavoro. Non esistono scudi giudiziari o fiscali che garantiscano l’immunità per i politici e c0è un tetto di mandati cumulabili per ogni carica dello stato.

Insomma…la Svizzera si fa politica per passione!!

Qui invece non si fa politica…e di sicuro non si fa per passione!!!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...