Let’s move down

Sinceramente non riesco a capire. Non riesco proprio a darmi pace. Le famose agenzie di rating mi tormentano anche di notte, sono diventate un incubo. Infatti non capisco la loro ragione di essere e tantomento l’importanza che viene data loro dai governi nazionali. Infatti, ammettendo che il loro lavoro serva per proteggere gli investimenti in aziende, fondi e roba del genere di altre aziende, fondi e simili, non riesco proprio a concepire che un’agenzia possa dare giudizi su uno stato basandosi su “previsioni” e su futurismi di vario genere!

Questa gente nella migliore delle ipotesi sta scommettendo sulla sopravvivenza di nazioni senza rendersi conto delle conseguenze pratiche della cosa. Pensiamo, ad esempio, alla Grecia: il governo ellenico sta lottando giorno per giorno per garantire ai suoi cittadini un domani mentre i signori Fitch, Standars & Poors, etc etc possono, con una semplice decisione, bruciare mesi di lavoro e di sacrifici e ridurre la popolazione senza farmaci, cibo o benzina.

No. Proprio non comprendo! Anche perchè, l’altra ipotesi, quella peggiore, è che questi squali non aspettino altro che un pollo in difficoltà da spennare. E quando il pollo in questione decide di salvarsi, facciano il possibile e l’impossibile per tenerlo sempre lì, al limite tra la salvezza e la fine. Senza considerare in tutto questo la nazionalità di tali strumenti del male. Sì perchè a pensar male si fa peccato, ma spesso ci si azzecca. E allora perchè le agenzie, made in USA, non declassarono il debito sovrano a stelle e strisce quando all’ultimo respiro fu trovato l’accordo per alzarne il tetto massimo?

Siamo sinceri e concreti. Le agenzie, in quanto parte di questo sistema capitalistico e mercantilistico, sono un insulto all’intelligenza umana. E tutto il sistema si basa su troppe differenze di fondo, che rendono impossibile una vita serena a miliardi di persone in tutto il mondo. Ne cito solo una, fondamentale: perchè gli Stati Uniti detengono il diritto di stampare valuta, di funzionare da riserva aurea e di alzarsi a piacimento il tetto del debito?

Purtroppo queste regole derivano da un’epoca passata in cui potevano anche essere attuali, ma oggi, sinceramente, sono fuori dal mondo. D’altra parte è come se stessimo giocando a monopoli con gli States nel ruolo di banca e con regole disegnate appositamente per loro. E per giunta è come se questa partita fosse guardata, giudicata e, in parte, decisa da elementi esterni al gioco al soldo sempre della banca.

Chi pensate vincerebbe una partita cosi?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...