Here and now. For tomorrow.

Ricandidarsi dopo cinque anni in Consiglio Comunale porta spesso domande, interrogativi e dubbi. Degli altri verso di te, ma ben prima dentro la tua testa e dentro il tuo cuore. Prima di essere contattato ufficialmente manco ci pensi, o meglio, pensi che col cavolo ti chiederanno di candidarti nuovamente. Poi ci son state le primarie e te hai sostenuto il candidato arrivato ultimo. E l’hai fatto convintamente e sai che lo rifaresti anche domani. Inoltre la maggior parte di quel gruppo si è sciolta, ha lasciato il solco del PD ed ha deciso di continuare a combattere contro lo stesso target.

Sinceramente non mi aspettavo questo. Non mi aspettavo di essere ricandidato e non mi aspettavo di trovarmi ad affrontare questa campagna lontano da chi invece aveva sostenuto Fabio con me. Ma va bene lo stesso. Io sono convinto delle mie scelte e vi spiego anche perchè:

  • Non si abbandona il partito perchè si son perse le primarie. Sembra banale come concetto, vero? Ma invece non lo è. Si perchè quando si lotta per poterle fare non si considera che le si possano perdere? Abbiamo lottato molto per andare alle urne, ci siamo spaccati per mesi per trovare un candidato, spingerlo, sostenerlo e farlo votare. Se non ci concepisce la sconfitta si poteva fare molta meno fatica e presentarci direttamente alle elezioni di maggio. Ma invece no. Perchè nell’ottica giusta si dovrebbe portare uno o più contributi ai vincitori delle primarie. Questo cerco di fare. E non me ne vergogno.
  • Si deve sempre, sempre sempre, tenere la posizione. Cosa voglio dire? Che se per arrivare alle primarie abbiamo conquistato un programma, delle garanzie, delle posizioni perchè dovremmo indietreggiare e mollare tutto in nome di un’etica e di una morale che sinceramente fatico a vedere? Sinceramente preferisco stare. Stare e contare. Contare e tenere botta giorno dopo giorno, cercando di far valere le mie ragioni, ascoltare quelle degli altri e, come di dovrebbe fare, mediare. Per fare questo non si può restare a fare scenografia, ma si deve pretendere posti che contano. E anche di essere ascoltati.
  • Credo nella rappresentatività dei partiti. Cioè, mi spiego: i partiti che penso io non sono questi qua. Non credo che lo scollamento tra partiti e società si possa colmare inserendo la società civile nei partiti, ne focalizzando l’attività di quest’ultimi su imprese, aziende o banche. Credo però che, essendo i partiti fatti da persone, debbano essere cambiati dall’interno. Per cui a chi, come me, critica e polemizza sulle strutture partito dico: “venite a cambiarli!!!
  • La passione per Rignano. Ultimo punto, ma non come importanza, è l’amore che provo verso la mia terra ed il mio paesello. Anche se in questi anni vivo lontano vi garantisco che la bellezza delle colline toscane è impareggiabile. In più non posso non essere sincero e dirvi che Rignano cambierà molto nei prossimi anni e noi dobbiamo per forza guidare questa transizione. Altrimenti ci troveremo tra 20 anni a rimpiangere le scelte di oggi senza però poterle cambiare. Ed a me piace più controllare che lamentarmi. Anche se questa strada è spesso più facile ed immediata.

Mi sembra di esser stato esaustivo e chiaro. Non mi piace esser accostato a termini quale venduto o traditore, per cui preferisco chiarire e sempre lo farò. Chi ha dubbi o domande può scrivermi, telefonarmi, contattarmi o venire direttamente a casa. Un caffè sul fuoco c’è sempre per tutti. Io vado a testa alta perchè non ho niente da nascondere ne tantomeno di cui vergognarmi.

Ho fatto una scelta, difficile, ora mi han chiesto di metterci la faccia ed io, come sempre, ce la metto. O almeno ci provo!!!

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...