Il futuro…Ora

Anche se il mio partito, il PD, sta continuando a sostenere apertamente il Governo Monti, io ogni giorno maturo degli strani pensieri su come poter tornare ad essere un paese normale. Normale nel sensopolitico del termine, cioè governato su basi di lungo periodo e non sulla contingenza di un bilancio da far quadrare senza scassare un equilibrio che non può resistere.

Questo è il paradosso del Governo Tecnico. Non dovrebbe essere un governo, dovrebbe avere per poco tempo tutto il potere, con l’assurdo della sospensione della democrazia. Una volta calato nella mischia del dibattito non può sottrarsi alla trattativa ed alla convivenza con gli interessi di parte.

Cosa voglio dire? Voglio dire che un governo è governo solo se politico. E democraticamente eletto. Senza legacci o briglie di stampo sovranazionale o, peggio, di tipo politico interno. Magari Monti voleva mettere una patrimoniale, oppure alzare a 100 anni l’età pensionabile. O chi lo sa, magari davvero tassare i dottorandi e gli specializzandi, però con l’intervento del Parlamento non siamo arrivati a questi scempi e non sapremo mai cosa voleva fare questo governo.

A questo punto conviene davvero restare a sostegno di questo governo?

Se il PD porta fino in fondo la legislatura sarà dura poi staccarsi da certe logiche, anche se Bersani lo sta dicendo chiaro, di possibili grandi alleanze e un nuovo Monti bis, mentre se decidesse che dopo tre manovre, molte tasse nuove, il bilancio in pari e molti sacrifici ora è l’ora di prendere una posizione chiara e decisa potrebbe solo risultarne avvantaggiato.

Se il PD assumesse il ruolo di quello che stacca la musica, manda tutti a casa e rimette in sesto la casa dopo la festa, forse si aprirebbe in Italia una fase positiva e, perchè no, una fase sinistrorsa. D’altra parte la destra (PdL e Lega) questa situazione l’hanno provocata, il centro (UDC e FLI) puntano tutto sulla Grosse Koalition, quindi se il PD spiazzasse tutti, mandasse a casa i tecnici e si alleasse con SEL e IDV alle elezioni autunnali non ci sarebbe trippa per gatti. Avremmo un governo politico e di sinistra.

E allora dovrebbero arrivare patrimoniali, correzioni agli scempi di questo governo, norme a salvaguardia dei ceti deboli, degli anziani e leggi punitive verso chi sfrutta gli strumenti finanziari e manda in rovina la gente (tipo le banche)

L’unico problema di questo film che mi sono fatto è che Berlusconi si sta già muovendo ed ho paura che prima di accorgercene il buon Silvio tornerà alla carica e farà lui il salvatore della Patria che manda a casa il buon Monti e tutti i suoi ministri.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...