Une belle journée française

MatrimonioGayNon capita quasi mai di essere nel posto dove si fa la storia. Beh, oggi tutti i giornali, le televisioni e gli occhi d Francia  e non solo erano puntati verso la Ville de Montpellier, cioè verso “casa mia”!

Oggi le polemiche sono rimaste marginali rispetto alla grande festa per Bruno e Vincent: i due sposi si sono presentati di fronte a Madame la Maire Hélène Mandroux che ha celebrato il primo matrimonio omosessuale della Repubblica Francese. Fino ad oggi, più o meno da quando sono arrivato, ogni finesettimana si sono susseguite manifestazioni a favore o contro la legge Taubira, oggi invece solo cinque manifestanti hanno cercato di sfondare il cordone di sicurezza per lanciare fumogeni contro il Municipio.

Certo che per quanto posso vedere e sentire la discussione è molto forte e particolarmente sentita, l’argomento è fondamentalmente trasversale nonostante la presa netta di posizione dei due principali partiti (il PS è il primo sostenitore, l’UMP il primo oppositore alla legge) e probabilmente solo l’azione forte, decisa e tempestiva del Governo Hollande ha permesso di approvare la legge in maniera inattaccabile (L’UMP ha fatto ricorso alla Corte Costituzionale per vizi formali e sostanziali, ma senza risultato).

Cosa dovremmo imparare dai nostri cugini d’Oltralpe?

Mi piacerebbe dire “cosa vuol dire diritti”, ma sarebbe troppo riduttivo. La storia insegna che correre non porta risultati durevoli, mentre arrivare con il giusto tempismo all’obbiettivo porta un risultato a lungo termine. Certo resta che su  questo tema l’Italia resta fanalino di coda in ogni aspetto: giuridico, morale e civile. Si obietta che allargare certi diritti alle coppie omosessuali sarebbe una privazione di diritti verso le coppie etero (per esempio sull’adozione), quando non ci sono manco le basi per discutere serenamente di una legge sull’omofobia.

La sensazione che ho provato oggi vedendo il video del matrimonio e poi passando davanti al Comune è che allargare i diritti non sia mai sbagliato e che tanto meno lo sia regalare la felicità a qualcuno. Ma per superare le divisioni, le paure, le incomprensioni ci vuole un governante che guardi oltre le urne, oltre il risultato e soprattutto oltre la generazione presente.

Questo è quello che ho visto di diverso qua in Francia: la capacità dei politici di lanciare nel futuro i progetti senza aspettarsi grandi ritorni nel presente. Certo, Hollande ha firmato questa legge all’inizio della legislatura (mica è nato scemo), ma l’esempio di Zapatero insegna che argomenti cosi delicati vengono usati dagli avversari anche ad anni di distanza.

I nostri politici invece non solo cercano di pontificare su grandi progetti senza aver costruito le fondamenta, ma provano anche a trovare la quadratura perfetta per non scontentare nessuno (o quasi). Con il risultato di non arrivare mai a concludere niente di concreto o, ancora peggio, di lavorare solo a smontare le leggi del Governo precedente.

Ah, concludo rispondendo a chi penserà: “con tutti i problemi che c’ha l’Italia, proprio i matrimoni gay sono la priorità?”.

Ecco. Quando capiremo che la Politica, quella con la P maiuscola, costruisce un futuro per i nostri figli e nipoti e non si limita a portarci la pagnotta a casa ogni mese, allora forse potremmo iniziare a ragionare di come uscire da questo pantano. Non scordiamoci mai che anche i gravi problemi di oggi derivano da scelte sbagliate di anni addietro!

Ed in più, last sentence, chiedo se davvero pensate che i matrimoni gay potrebbero rovinare l’Italia più di vent’anni di Berlusconi, cinquanta di massoneria, servizi deviati e terrorismo e altri venti di fascismo? No perché se qualcuno la pensa cosi… Beh si faccia curare!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...