Kalimera Atene!!

In questo weekend che si avvicina Atene tornerà ad essere un po’ il centro del mondo occidentale come non succedeva ormai dai tempi della grandezza ellenica e della nascita della democrazia. È allo stesso tempo curioso e simbolicamente molto forte che siano proprio le elezioni greche a doverci dare un’indicazione sul futuro della democrazia in Europa e sulla tenuta stessa del progetto unitario del nostro vecchio caro continente. Là dove tutto è iniziato più di duemila anni fa, sotto al Partenone e all’Agorà, si potrebbe decidere come il nostro sogno di un’Europa unita, pacifica e democratica proseguirà. E persino se tale sogno proseguirà.

Purtroppo in questi ultimi anni, da quando cioè la crisi ha investito l’Europa e l’eurozona, il mantra dell’austerità e del pensiero unico ha mortificato molto la democrazia spingendo, soprattutto i paesi più deboli, a seguire politiche inflessibili di tagli a servizi pubblici, di svendite di capitale pubblico e di riforme a tutto vantaggio degli istituti creditori. Io ho vissuto per un breve periodo in Grecia per il mio Erasmus e ho visto che la storia dello Stato “troppo” assistenzialista è in parte vera, ma non così drammaticamente come molti paladini dell’austerity vorrebbero farci credere. La vera posta in palio in queste elezioni sarà il riappropriarsi del diritto di scegliere tra opzioni politiche diverse, cosa che, a causa dell’intervento della Troika, è stato sospeso in questi ultimi anni.

La Troika. Questo essere demoniaco a tre testa (FMI, BCE e Commissione Europea) ha preso il controllo della Grecia (e non solo), imponendo una politica economica decisa altrove nel nome del riassetto di bilancio e del rientro del debito pubblico, ma almeno che queste organizzazioni fossero elettive!! No, nessuna delle tre componenti è eletta e, nonostante ciò, hanno il potere di valutare le politiche proposte da partiti e da governi. Purtroppo (o per fortuna) noi non possiamo capire cosa voglia dire, ma basti pensare come le proposte economiche dei partiti di centrodestra e di centrosinistra in tutta l’EuroZona siano sempre più simili per capire che il nostro voto non cambierebbe la linea economica del Governo che formalmente eleggiamo.

L’Unione Europea si era data regole per entrare nella moneta unica che hanno dimostrato tutta la loro limitatezza e fallacia di fronte ad una crisi come quella da cui cerchiamo faticosamente di uscire, ma ancora più grave è stato pensare di poter superare tale crisi con i mezzi limitati che l’avevano in qualche maniera aiutata a nascere! Ed in più togliendo di mezzo quella pericolosa moda di votare democraticamente per contare e non solo per abitudine. Ecco perché Atene può tornare ad essere la culla della democrazia dopo duemila anni: già solo per il fatto di aver scatenato la paura nella Troika hanno vinto. Tutto quel che verrà poi sarà un passo verso un futuro migliore. Ne son sicuro!

Annunci

2 pensieri riguardo “Kalimera Atene!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...