Svegliatevi Compagni!!

L’Estate è stata per molto tempo anche per me la stagione delle Feste de l’Unità. Ho iniziato a viverle come volontario, per poi entrare nell’organizzazione di spazi e di eventi sia in quella del mio paese che in quella provinciale o regionale. E nel corso degli anni, in parallelo con gli eventi politici, ho visto come queste feste siano cambiate, siano state snaturate e siano diventate tutta un’altra cosa.

Ma nonostante questo restavano un momento importante per la vita del partito e del paese. E quindi restavano un momento importante anche per me.

Purtroppo però le cose non sempre, anzi quasi mai, vanno come vorremmo andassero e dal momento in cui è nato il PD, le Feste sono entrate in una profonda crisi esistenziale. Oggi, dopo lunga riflessione, io non faccio più parte del PD e ho preso un’altra strada. Di conseguenza, e con molto dispiacere, ho smesso pure di organizzare, partecipare o aiutare alle Feste de l’Unità.

D’altra parte, girando un po’ sui social, vedo moltissimi compagni che mantengono una passione inalterata per queste feste e per quel lato “mistico” che il ristorante, il bar e il palco degli eventi ha sui militanti storici del partito. Purtroppo però credo che il loro entusiasmo sincero e puro verso quel partito che vedono alle Feste, sia solo una loro proiezione o speranza in qualcosa che, in realtà, non esiste più. Mi spiego meglio: non ho il minimo dubbio sulla passione e sulla bontà con cui i miei compagni storici lavorino per Feste partecipate, per dibattiti veri e per iniziative politiche e culturali di rilievo, ma ho fortissime perplessità sulla genuinità con cui, chi in questo momento comanda il PD, intenda usare le loro forze e le loro energie!

Semplificando il tutto direi che sono certo che loro lavorino per un PD migliore, ma non sono per niente sicuro che chi guida il PD intenda portare il partito in quella direzione! Al di là delle Feste!!!

Finché non si renderanno conto che le Feste sono una parte imprescindibile del potere del partito e di quanto, visto dall’ottica di chi guida oggi il PD, sia estremamente preferibile un militante a spillare birre di uno a criticare in assemblea, non riusciranno mai a uscire da questo limbo in cui sono rimasti intrappolati. Fa piacere a tutti, pure a me, vedere le dimostrazioni di affetto verso Bersani alle feste in giro per l’Italia, ma prendendo la faccenda in maniera razionale vedo anche che quelle persone alla fine non portano voti, forza e consenso alla “vecchia ditta”, ma alla nuova dirigenza renziana del partito. E per di più in maniera del tutto inconsapevole.

Per questo non posso che invitarvi a svegliarvi prima che il vostro ruolo venga limitato solo al servizio nelle feste! Prima che sia troppo tardi, ammesso che non lo sia già!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...