We Must Turn Left

Qualche mese fa leggendo Internazionale rimasi molto colpito da un articolo di Slavoj Žižek sulla situazione finanziaria della Grecia. Ne sono rimasto così profondamente affascinato che ne ho preso molto spunto nell’ultimo periodo per molte mie riflessioni; il pensatore sloveno, partendo da un’analisi della crisi greca, arriva a conclusioni molto più generali che sono divenute, oggi a inizio 2016, una concreta opportunità di sviluppare nuovi pensieri e nuovi ragionamenti.

Nel passaggio chiave dell’articolo sosteneva che “Dobbiamo ammettere che quella che abbiamo considerato incapacità di realizzare compiutamente un nobile principio, è un’incapacità insita in questo stesso principio: imparare questo passaggio dalla distorsione di un’idea (la sua realizzazione incompleta) alla distorsione implicita nell’idea stessa è la grande svolta della pedagogia politica”.

Žižek nelle sue parole pensava al liberismo democratico che condiziona negativamente l’economia e che ci ha reso tutti schiavi del mercato capitalista, mentre io ne ho tratto una conclusione più ampia sul rapporto tra la sinistra politica e il sistema capitalista e liberista. La sinistra ha sempre dovuto rapportarsi con il mercato capitalista e ha dovuto scegliere se giocare per abbatterlo o per riformarlo. Oggi invece la sinistra è appiattita praticamente solo sulla sua essenza riformista, avendo dovuto abbandonare, per varie ragioni, il sogno del completo superamento del capitalismo. Si è quindi piegata, quasi prostrata, all’idea di un principio capitalista, che seppur perfezionabile, era il miglior modello pensabile.

Ecco quindi che la sinistra moderna non diventa che una schiava intellettuale della destra liberista e da questa dipende sia come proposta politica che come bacino elettorale. Ed ecco perché la mia visione, grazie alle parole di Žižek, sta prendendo altre direzioni: non esistono distorsioni da correggere nel capitalismo, esiste solo un capitalismo da combattere, non c’è da riformare un sistema potenzialmente buono, ma c’è da proporne uno diverso, completamente nuovo e basato totalmente su presupposti diversi.

Non sarà un cammino facile, né posso dire di essere sicuro che avrà successo, ma senza dubbio si deve partire perché come diceva Laozi “Anche un viaggio di mille miglia inizia con un passo”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...