Contaminarsi

cattolicapost_160407_stage_intervista_elena_panzera_1160x490La contaminazione, in politica, è qualcosa che non va più di moda, ma anzi è sopraffatta, quasi schifata, rispetto alla purezza e all’auto-compiacimento. Eppure a sinistra, campo di cui mi sento parte, ne avremo un estremo bisogno!

Il 18 Giugno al Teatro Brancaccio è iniziato un percorso, domani 1 Luglio in Piazza SS. Apostoli ne partirà un altro: possibile che queste due realtà siano necessariamente inconciliabili? Possibile che non si riesca a capire quanto in Italia serva una vera posizione unitaria di sinistra, soprattutto adesso che il PD sta abbandonando ogni suo rimasuglio di pseudo-sinistrità?

Guardiamoci in faccia e ammettiamo che la politica italiana sta andando, da troppo tempo ormai, sempre più a destra: Lega, M5S, Forza Italia e PD sono solo diverse sfumature di destra. Pensare di potersi ritrovare intorno ad un programma puntuale di cose da fare sembra così irrealistico? A me, sinceramente, no!

Certo, ci sono alcune condizioni che, chiunque voglia imbarcarsi in questo viaggio, dovrà impegnarsi a rispettare, ma prima ancora ci deve essere la consapevolezza che siamo qua per contaminarsi gli uni con gli altri. Le condizioni non possono che essere quelle di una severa, profonda e attenta critica di quello che è stato, perché se oggi il centrosinistra non esiste più, non possiamo pensare che sia colpa di un blitzkrieg notturno, ma dobbiamo ammettere che è il risultato di un progressivo scivolamento a destra di tutto il panorama politico e, in particolare, di certi che adesso vorrebbero spiegare come si fa la sinistra.

Per questo c’è bisogno di un programma puntuale (un “manifesto”) che metta nero su bianco le proposte e faccia emergere chiaramente l’enorme differenza tra ciò che sarà e ciò che è stato finora. E poi ci sarà bisogno di tanta buona volontà da parte di molti perché non si può pensare di essere uomini per tutte le stagioni, ma si deve capire quando è il momento di stare “un passo di lato”.

Infine, che poi sarebbe l’inizio, dobbiamo essere aperti. Apertura che fa rima con contaminazione. Dobbiamo metterci in testa che solo uniti, aperti e corali possiamo fare la differenza in un paese dominato da un’egemonia fortemente destrorsa. Nessuno capirebbe l’ennesima occasione mancata in un contesto dove la sinistra manca del tutto, noi dovremo essere pronti e bravi.

Non sarà facile, ma dovremo trovarci e contaminarci!

Annunci

Un pensiero riguardo “Contaminarsi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...